Un Viaggio Innovativo nella Creatività Collettiva: L’Esperienza di THE BAD PROMPT a Catania

The Bad Prompt - prompt ai collettivo

Il 7 ottobre 2023, lo studio fotografico Flow a Catania è diventato il palcoscenico di un evento rivoluzionario nel mondo dell’arte digitale. 

The Bad Prompt - Prompt collettivo

Qui, “THE BAD PROMPT” ha debuttato con la sua versione alpha, portando una ventata di innovazione e entusiasmo nella comunità artistica, tra gli appassionati di tecnologia e anche per i semplici passanti incantati da questa inusuale esperienza.

L’evento ha visto la partecipazione di circa cinquanta persone, tra artisti e curiosi, tutti uniti dalla passione per l’arte e l’innovazione. 

Un evento volutamente intimo e ristretto ma che ha scritto la storia se non proprio l’inizio del prompting collettivo.

Il nostro progetto, che sfida i limiti dell’arte individuale e promuove la creazione collettiva, ha catturato l’immaginazione e stimolato la creatività dei partecipanti. 

L’atmosfera era elettrica, un misto di curiosità e meraviglia mentre gli utenti sperimentavano il potere del prompt collettivo, creando arte in modi mai visti prima.

I feedback raccolti sono stati straordinariamente positivi.

L’idea di rompere il bias dei prompt individuali e permettere all’intelligenza collettiva di prendere forma attraverso l’intelligenza artificiale ha aperto nuove prospettive sul futuro dell’arte digitale da un punto di vista sociale, tecnologico ed esperienziale. 

Questa versione alpha, pur essendo solo un piccolo assaggio, ha dimostrato il potenziale immenso di THE BAD PROMPT.

Ma cos’è “The Bad Prompt”?
Da dove nasce?

TBP nasce dalla brillante intuizione di Maurizio Giordano, giovane creativo catanese:

durante la sua personale scoperta delle intelligenze artificiali generative comincia a riflettere su nuove forme di fruizione ed interazione con essa, magari più accessibile e divertente.

Decide di parlarne con un altro catanese, instancabile visionario e viaggiatore, Alessandro Pappalardo meglio noto come “Alex Reska”.

Alex, poliedrico “pirata” ben noto all’interno della nostra comunità, catturato dalla genialità di questa rivoluzionaria idea comincia a generare visioni e prospettive e per renderle vive, pratiche e fattibili decide di confrontarsi e parlarne con la nostra community di folli “tecnonauti”.

E’ con Giuseppe Liuzzi, il CTO e membro storico dell’associazione e Bernardo Forcillo che le cose iniziano a concretizzarsi, sarà infatti proprio quest’ultimo Bernardo, il giovanissimo sviluppatore del gruppo, a dare vita e corpo al progetto.

“In uno scenario attuale in cui ci si divide tra favorevoli e contrari, The Bad Prompt rende piacevole l’intelligenza artificiale agli scettici creando una dimensione di applicazione sana; al tempo stesso, a chi si sta approcciando con passione all’argomento, offre un nuovo modo di godere di queste nuove tecnologie. Un approccio molto trasversale, cerchiobottista, che garantisce di essere interessante a tutte le parti e a entrambe le fazioni. Anche per i più radicali, rendendo lo strumento ancora di più tale, se considerando che il protagonista non è il singolo ma più persone coinvolte.”

Avremo modo di raccontare i dettagli di questo virtuoso, audace e unico progetto nelle prossime settimane…

Quello che possiamo dire è che in meno di 15 giorni questi ragazzi sono riusciti a tirar fuori una primissima versione della piattaforma che, attraverso i prompt (i “comandi” che si inviano ad un’intelligenza artificiale generativa per fargli creare immagini) collettivi, aggregati di più utenti che possono geograficamente essere ovunque nel mondo sono riusciti a stupire i partecipanti e i primi utilizzatori.

Ma non finisce qui! 

The Bad Prompt - prompt ai collettivo

Siamo entusiasti di annunciare che il prossimo capitolo di questa avventura artistica si svolgerà il 27 dicembre presso lo studio “GammaZeta” a Catania e contemporaneamente anche a Grassano presso l’auditorium comunale prima e poi direttamente nel Syskrack Lab.

Questa prossima esibizione vedrà l’introduzione di nuove funzionalità, rendendo l’esperienza ancora più coinvolgente e innovativa.

Invitiamo artisti, appassionati, e chiunque sia curioso di esplorare le nuove frontiere dell’arte digitale a unirsi a noi in questo evento esclusivo. 

Sarà un’opportunità unica per sperimentare direttamente il potere dell’arte collettiva e vedere come, insieme, possiamo superare i limiti imposti dalle convenzioni e dalle nostre percezioni individuali.

“THE BAD PROMPT” non è solo una webapp o un gioco, è un movimento, una celebrazione dell’arte collaborativa e dell’innovazione. 

Venite a scoprire come la vostra voce può unirsi a quella di altri per creare qualcosa di straordinariamente unico.

Ti aspettiamo il 27 dicembre da “GammaZeta” per scrivere insieme il prossimo capitolo di questa incredibile avventura artistica!