Open museum è una piattaforma online per la condivisione e la traccibilità di collezioni di reperti archeologici e ritrovamenti. Implementa un sistema di geolocalizzazione di reperti, un sistema di valutazioni condivise, un sistema wiki di descrizione/feedback, un sistema di media gallery ed un gestionale utenti/collezioni. Il sistema dovrebbe essere approvato ed in collaborazione con la sovrintendenza. Il sistema favorirebbe la creazione di una banca dati/museo online di tutti i reperti non censiti e potrebbe addirittura costituire in un futuro un sistema “legale” di aste/cessione di beni soppiantando il mercato nero, la disinformazione e la scomparsa di opere d’arte.

Giuseppe Porsia