…e ci incamminiamo verso di te…da tutta Italia..anche dalla Spagna…zaino in spalla e cuore gonfio di tristezza!!Ore di viaggio silenziose…ognuno concentrato su un tuo ricordo..Arrivare a Tricarico e sentire un nodo in gola. Quando ci fermiamo in un campo di grano a pochi km da Grassano..nessuno può fare a meno di tacere e di deglutire in silenzio….ancora! Quello che si presenta alla nostra vista è questo paesino…dai più sognato…da pochi fortunati già noto…che si erge su un colle dal quale si estendono campi immensi a vista d’occhio…la tua natura bella e incontaminata si presenta a noi in tutta la sua maestosità..sotto un cielo nuvoloso carico di pioggia..che di li a poco sarebbe esploso con noi. Riprendiamo fiato e ci avviamo verso casa tua..ad accoglierci i manifesti recanti il tuo nome..una tua foto…e l’appellativo dato dai tuoi compaesani…O’SCIENZIAT! Casa tua si affaccia su viale Meridionale dove eri solito passeggiare e recarti nei diversi negozietti a fare i servizi per Maddalena! Ci fermiamo al civico 21…e solo una dozzina di scalini ci separano da te ormai. Il nodo in gola si fa sempre più stretto, ci manca l’aria nel percorrere l’interminabile scalinata…e poi…eccoti! Adagiato nel mezzo del tuo salotto circondato dai tuoi cari.

Peppino mio..risplendevi in quella foto in bianco e nero riposta sul tuo giaciglio..bello come il sole…cosi giovane, vitale…perché Beps? Perché???..ancora non ci crediamo..è tutto cosi assurdo.

Sai che? Pasquale non ci da il tempo di piangere….appena ci vede in crisi..ci prende per mano e ci porta nella tua cucina…come se allontanarci fisicamente da te possa esserci d’aiuto. Poi ci offre un bicchiere di vino..e beh…non puoi che farlo contento e strappargli un sorriso!!
Siamo stati ore a casa tua e abbiamo osservato con i nostri occhi l’afflusso di persone che ti adoravano venire a darti l’ultimo saluto!!

Mannaggia a te …che ci hai combinato??

Senza accorgercene l’orologio segnava già le 16.00…silenziosamente siamo scesi da casa tua in attesa del momento in cui i tuoi cari amici ti avrebbero portato in spalla fino alla splendida chiesetta della piazza. Ma a ritmi regolari, goccia dopo goccia, Grassano ha incominciato a bagnarsi di una pioggia estiva. Il tempo rattristito dal funesto evento si è ribellato nel momento in cui ti stavi separando per sempre dalla tua calda dolce e accogliente casetta. Ma alla fine eccoti li che procedi a passo d’uomo caricato sulla schiena di chi tanto ti ha amato e ti amerà per sempre. Sei stato accompagnato fino all’ingresso della chiesa e delicatamente adagiato avanti all’altare ad accogliere l’ultimo straziante saluto del parroco e dei concittadini tutti. Sai? La tua dolce Vale non ha abbandonato mai, nemmeno per un istante Mamò e il babbo..ed è stata li con loro…stretti nel dolore..anche tutto il tempo della liturgia.

Ad aspettarti fuori di nuovo una cascata di lacrime e di pioggia…segno di protesta verso questo ultimo e straziante addio….

..e poi con religioso silenzio e un’angoscia immensa ti abbiamo accompagnato lungo un breve ma interminabile percorso li , in quel posto dove tante anime pie giacciono in silenzio e dove ogni volta che vorremmo potremmo portarti un saluto. E’ stato il momento più atroce di tutti…quello più triste in assoluto..nessuno voleva andare via e lasciarti li..Ognuno ti ha salutato a suo modo e ha lasciato indelebile nel cuore il tuo favoloso ricordo.

Ore interminabili seguite da attimi incredibili che resteranno in ognuno di noi…marchiati a fuoco dentro l’anima. Volti nuovi e gentili ci hanno accolto nelle loro case, ci hanno dato da bere e da mangiare e si sono preoccupati per noi in modo meticoloso. Stravolti unanimamente dal dolore eppure ospitali e generosi in modo incondizionato nei confronti di chi non avevano mai visto prima….una sensazione difficile da spiegare..ma credici Beps…abbiamo capito perfettamente da dove vieni…e da dove vengono tutte le tue buone qualità!

E poi abbracci.. un’infinità…e racconti…e ricordi…e rincontrarsi dopo anni con amici lontani.. e condividere e vivere questo momento ..tutti insieme…come sappiamo tu avresti voluto!!!

E’ stato proprio cosi…uniti…nel tuo nome…a ritmo di jumbe..ogni colpo una vibrazione dell’anima…ogni nota recuperata un amaro sorriso in noi…in memoria dei bei tempi. Vicini tra di noi..e insieme vicinissimi a te.

A presto Beps!

Sara